Avere assistenza sanitaria all'estero

L'assistenza sanitaria dei cittadini italiani all'estero e stranieri in Italia è regolata sulla base di Accordi e Convenzioni Internazionali. Esistono differenti modalità a seconda del motivo per cui ci si reca all'estero (temporaneo soggiorno, lavoro, studio...) e dei Paesi in cui ci si reca.

Tessera sanitaria
La Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) o in mancanza, il certificato sostitutivo provvisorio, permettono ai cittadini in temporaneo soggiorno all'estero di ricevere nello Stato UE le cure mediche utili alla propria salute.
Le informazioni riportate sul fronte della TEAM hanno valore di tesserino codice fiscale, quelli riportati sul retro hanno natura di dati sanitari riservati alla Regione di appartenenza dell'assistito.
La Tessera ha validità 5 anni. Sarà cura dell'Agenzia delle Entrate provvedere automaticamente al rinnovo.
La TEAM permette di usufruire delle prestazioni sanitarie coperte in precedenza dai modelli E110, E111, E119 ed E128.
All'emissione della TEAM a tutti gli iscritti al SSN provvede direttamente il Ministero dell'Economia e Finanze.
Coloro i quali non siano ancora in possesso della tessera, possono richiederla presso le sedi dell'Agenzia delle Entrate competenti per territorio; in alternativa presso gli uffici abilitati della competente ASL di residenza.
Il duplicato può essere richiesto:
- presso le sedi dell'Agenzia delle Entrate competenti per territorio;
- uffici abilitati della competente ASL di residenza,
solo previa presentazione di denuncia di smarrimento.

Italiani all'estero
Il nostro Servizio Sanitario Nazionale (SSN) assicura ai nostri cittadini l'assistenza sanitaria in Italia, tuttavia non riconosce un diritto incondizionato alla copertura sanitaria fuori dal territorio nazionale in favore dei cittadini che si recano all'estero per turismo.

Italiani all'estero per turismo
I cittadini italiani, prima di intraprendere un viaggio per motivi di turismo, si consiglia di informarsi preventivamente presso la propria ASL sulla natura dei rapporti che l'Italia intrattiene con il paese di destinazione.

Paesi UE, SEE e Svizzera
Per avere l'assistenza sanitaria è necessari Tessesa Sanitaria TEAM. I cittadini, in caso di necessità, possono rivolgersi direttamente ai prestatori di cura della località estera.
Le cure sanitarie vengono generalmente erogate in forma diretta e con le stesse regole che lo Stato in cui si soggiorna, applica ai propri cittadini residenti .
Pertanto, ove previsto il pagamento di un ticket per una data prestazione, questo resta a carico dell'assistito senza diritto di rimborso al suo rientro in Italia.
Qualora, non sia stato possibile utilizzare la Tessera Sanitaria TEAM o il certificato sostitutivo, al rientro in Italia si può chiedere alla propria ASL di residenza il rimborso delle spese sanitarie anticipate, comunque in funzione delle tariffe dello Stato membro di soggiorno temporaneo e dietro presentazione delle ricevute di pagamento e della documentazione sanitaria.
In Svizzera (Confederazione Elvetica) l'assistenza sanitaria è gestita da assicurazioni private, in forma indiretta (l'assicurato paga anticipatamente le spese sanitarie, rivalendosi successivamente sulla propria compagnia di assicurazione).

Paesi convenzionati
Negli Stati con cui l'Italia ha stipulato convenzioni bilaterali, i cittadini italiani in temporaneo soggiorno, beneficiano dell'assistenza per le sole cure urgenti. In questi casi le strutture sanitarie locali erogano direttamente l'assistenza ai beneficiari. L'assistenza in forma indiretta (eccetto che per la Croazia) non è prevista, pertanto le prestazioni eventualmente pagate, nonostante la presentazione dell'attestato di diritto, non potranno essere rimborsate al rientro in Italia.

Italiani all'estero per lavoro
Ai lavoratori italiani è riconosciuta piena tutela assicurativa sia in forma diretta che indiretta durante la loro permanenza all'estero per motivi di lavoro .
Beneficiano di detta tutela oltre che i lavoratori dipendenti ed autonomi e loro familiari, anche altre categorie di soggetti quali i borsisti, i ministri del culto, i militari in servizio all'estero.
Le forme di assistenza variano a seconda dello stato in cui si lavora e a seconda che si tratti di permanenza temporanea o cambio di residenza, secondo il seguente prospetto sintetico:

Soggiorno temporaneo UE, SEE e Svizzera
I lavoratori che si recano in temporaneo soggiorno per motivi di lavoro,in uno Stato membro dell' Unione Europea utilizzano la Tessera europea assicurazione malattia TEAM;

Residenza UE, SEE e Svizzera
I lavoratori che per motivi di lavoro trasferiscono la residenza all'estero, hanno diritto al rilascio del formulario E 106, rilasciato dalla ASL di appartenenza.
Il formulario E 106 viene rilasciato dopo aver acquisito la seguente documentazione:
- per i lavoratori subordinati in distacco modello E 101 (di competenza dell' Istituto previdenziale) richiesto ogni anno per l'intera durata del distacco e il formulario E 102 (redatto dal datore di lavoro su modello fornito da Istituto previdenziale) richiesto per il secondo anno di distacco;
- per i lavoratori autonomi documentazione comprovante l'attività professionale da svolgere per conto del committente estero, l'avvenuto versamento dei contributi previdenziali in Italia e l'iscrizione ad albi professionali.

Residenza negli stati convenzionati
I lavoratori che risiedono negli Stati Convenzionati (Argentina, Australia, Brasile, Capoverde, San Marino, Croazia, Ex Jugoslavia, Principato di Monaco e Tunisia), fruiscono dell'assistenza sanitaria sia in forma diretta che indiretta secondo di quanto previsto dalle rispettive Convenzioni.

Residenza negli stati non convenzionati
La ASL di appartenenza rilascia su richiesta dell'interessato un attestato denominato Attestato per l'assistenza sanitaria ai cittadini italiani all'estero, art. 15 DPR n. 618 del 31/7/1980.

Italiani all'estero per motivi di studio
Le prestazioni sanitarie sono garantite anche agli studenti o titolari di borsa di studio all'estero secondo due diverse modalità in funzione dello Stato prescelto.

Stati UE, SEE e Svizzera
Sulla base della TEAM (essendo dal 01/06/2004 stato soppresso il modello E 128).
In caso di trasferimento della residenza anagrafica nello Stato in cui si frequenta il corso:
- si decade dal diritto al rilascio della TEAM;
- la ASL competente procede alla cancellazione dagli elenchi degli assistiti.

Stati non convenzionati
La ASL di appartenenza rilascia su richiesta dell'interessato un attestato denominato Attestato per l'assistenza sanitaria ai cittadini italiani all'estero, art. 15 DPR n. 618 del 31/7/1980, dopo aver accertato il diritto, sulla base della seguente documentazione:
- documentazione comprovante la titolarità e la durata della borsa di studio;
- documentazione comprovante la non copertura dell'assistenza sanitaria all'estero.

Ufficio Rapporti Internazionali di Lanusei
c/o Casa della Salute
via dottor Giuseppe Pilia
Dalle ore 9:00 alle ore 13:00 dal lunedì al venerdì
Tel. 0782 490 430 - 431